#SAVETHEBEAUTY - DANIMA CORPORATE CULTURAL RESPONSABILITY CAMPAIGN

Aderisci alla campagna condividendo gli scatti #savethebeauty e contribuisci a salvare i monumenti italiani a grandissimo rischio di conservazione.
 

"La Bellezza è l'unica cosa contro cui la forza del tempo sia vana.
Ciò che è bello è una gioia per tutte le stagioni,
ed è un possesso per tutta l'eternità".
Oscar Wild  

 

DANIMA, fin dal suoi primi passi nel mondo della gioielleria, ha tratto piena e profonda ispirazione dalla bellezza che viene dal  suo territorio, dalla tradizione artistica millenaria e dal paesaggio siciliano. Da tutto questo era scaturita la prima mostra fotografica del brand, "Danima loves Milazzo", una dichiarazione d'amore per la terra in cui nasce il marchio DANIMA.

Convinti da sempre che l'azione di salvaguardia del bello espresso nelle opere d'arte sia fondamentale per salvaguardare l'eredità che ci è stata tramandata e che ci permette, a nostra volta, di creare nuova bellezza, non possiamo restare fermi a guardare mentre molti tra i più bei monumenti italiani sono a grandissimo rischio di conservazione.

Ed è per questo motivo che DANIMA, brand che si esprime in chiave contemporanea ma che ha profondamente a cuore la bellezza artistica di ogni epoca, lancia #savethebeauty, una campagna per sensibilizzare l'opinione pubblica  e tentare di salvare e tutelare la bellezza espressa nelle opere d'arte che sono in una situazione di estremo pericolo

In questo momento una delle più belle fontane del Cinquecento europeo rischia di crollare implodendo su se stessa, si tratta della celebre fontana di Orione, che adorna la piazza del Duomo di Messina.

Per questo la prima serie di scatti della campagna, firmati dalla giovane fotografa emergente Greta Bartuccio, partono proprio dalla Sicilia e hanno come oggetto questa grandiosa opera d'arte.

#savethebeauty  #saveorionefountain

 

 For maggiori info scarica il Press Kit o invia una mail a ufficiocomunicazione@danima-design.com


Leave a comment

Please note, comments must be approved before they are published